Archive for the El Bosque Category

El Camino

la frana sulla stradadi Valentina Chirici

Il cammino è un percorso, una strada, reale o figurata che si intraprende. Qui è il modo di chiamare le strade che sono sterrate, mulattiere con curve che salgono e scendono in mezzo alla vegetazione, indispensabili per la vita delle persone e del caffè. Durante questa stagione, quelle delle piogge spesso di convertono in fiumi fangosi e rendono difficile il passaggio di mezzi e persone. Al Bosque si vedono solo pick-up e le persone portano stivali di gomma, ma quando frana la montagna e si interrompe la strada tutti si chiedono quando arriverà l’escavatore per ripristinare la viabilità.

Un pomeriggio con la macchina 4×4 di don Quique, anche se con un po’ di fatica, riusciamo a passare e dopo al ritorno finita la riunione della cooperativa, altro fango che sembra cioccolato ha ricoperto il passaggio scavato a fatica con zappa e ponendo grosse pietre. Non resta che tornare indietro lasciare la macchina in un posto sicuro ed andare a piedi, facendosi prestare una pila. Le scarpe sono un po’ infangate, ma per fortuna non piove, anzi una timida mezza luna ci fa luce come a scusarsi del disturbo.

una ruspa riapre il camminoLa mattina successiva anche il panettiere maledice l’inefficienza del sindaco che ancora non ha sistemato la strada e dopo alcune telefonate ci lascia 4 cesti pieni di pane, le signore delle varie botteghe sparse per il paese verranno più tardi a prenderselo…ma come?

Leggi tutto l’articolo

Newsletter n. 9, anno 7, Luglio 2012

Newsletter dell’Associazione Tatawelo

n. 9/2012

CONTENUTI

– Spedizioni Caffè Prefinanziato

– Messico ed elezioni presidenziali: una pentola a pressione

– Cooperativa Ssit Lequil Lum: il caffè aumenta…e il progetto avanza

– Progetto Bodega

– In Chiapas con il Centro per i diritti Umani Frayba

– Rete Tatawelo: Progetto El Bosque (Guatemala)

Negli ultimi mesi abbiamo visitato nuovamente i compagni della cooperativa Ssit Lequil Lum in Chiapas e abbiamo visitato anche i produttori della Cooperativa El Bosque del Guatemala, parte della rete Tatawelo.

In queste pagine condividiamo con voi osservazioni, impressioni, aggiornamenti sul cammino che stanno portando avanti i produttori, nonché su quanto succede nei loro Paesi, proprio nei giorni immediatamente successivi alle elezioni presidenziali messicane.

SPEDIZIONI CAFFE’ PREFINANZIATO

Fate i complimenti ai produttori per la qualità raggiunta, e per la selezione veramente excelente!“, parola di Luciano e dei soci di Coffee Import, che di caffè se ne intendono!Proprio in questi giorni i nostri tostatori sono alle prese con la tostatura e l’impacchettamento del caffè dell’ultimo raccolto, arrivato in Italia a inizio Giugno.Sono iniziate in questa settimana le prime spedizioni ai prefinanzianti.I gruppi di prefinanzianti che non hanno ancora dato indicazioni sulle preferenze di date per la ricezione del caffè, possono farlo contattando il nostro referente operativo Reno (reno.mrb@virgilio.it).
…Continua a leggere tutta la Newsletter

Valentina e Lorenzo dal Guatemala: “A los tres tiempos”

Facendo tortillasEsistono molti modi per descrivere questo splendido e contraddittorio paese: i colori vivaci, la natura incontaminata, la storia del popolo maya con le sue tradizioni millenarie ed i sui riti ancestrali; in questo racconto, attraverso il suono delle mani delle donne guatemalteche.

Appena arrivati in Guatemala si percepisce che l’alimento o l’elemento fondamentale della vita è il mais, ma esso non è solo un cibo, è qualcosa di più profondo, di sacro.

Già negli antichi scritti del libro sacro dei maya, il Popol Vuh, si racconta che quattro animali scoprirono il mais e che riferendone agli Dei, essi decisero di modellare questa massa informe, gialla e bianca, per creare il genere umano. Il mais ha dunque, nella coscienza dell’indigeno, un carattere sacro, perché il proprio nutrimento riproduce la creazione degli antenati e pertanto la sua coltivazione non può assumere una finalità speculativa, per tanto i guatemaltechi si sentono “hombres de maiz” come il titolo del famoso libro del premio nobel Miguel Angel Asturias.
Leggi tutto l’articolo

Per navigare completamente il sito, accetta l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione vai alla Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close