Campagna 2014

Adesione entro il 20 dicembre 2013

Cari/e amici, amiche e sostenitori del Progetto Tatawelo, 

sulle montagne del Chiapas stanno nuovamente maturando i frutti rossi del caffè.

I soci della cooperativa Ssit Lequil Lum in Chiapas si apprestano a raccoglierli, sperando che la “Roya” (il fungo che sta devastando le piantagioni di caffè del Centro America) abbia risparmiato le loro piante. Purtroppo per adesso così non è per gli amici della cooperativa Nueva Esperanza di El Bosque (Guatemala) che ci confermano un calo di produzione del 40%. Nonostante questo, sperano di riuscire a inviare il quantitativo necessario alla esportazione ampliando la base dei propri soci. Invitiamo quindi tutti voi a sostenere con maggiore determinazione questa raccolta, partecipando in modo massiccio alla “Campagna Tatawelo di Prefinanziamento 2014”.


C’è tempo fino al  20 Dicembre per ordinare il caffè che i produttori raccoglieranno nei prossimi mesi. 

I termini, le condizioni e il modulo d’ordine per partecipare al prefinanziamento sono scaricabili qui:
MODULI

Prezzo caffè verde

Nonostante l’emergenza “Roya”, le quotazioni del caffè verde continuano a scendere a picco, dati i record di produzione da parte di paesi produttori come Brasile e Colombia (per la qualità arabica) e Vietnam (per la robusta). Questa situazione penalizza ulteriormente i produttori centroamericani colpiti dalla “Roya” che, a fronte del calo di produzione e danno alle piantagioni, vedono anche deprezzato il caffè sul mercato. Questo deprezzamento vale anche per il prezzo del verde stabilito da FLO (Fairtrade Labelling Organizations, l’organismo internazionale dei marchi di certificazione dei prodotti del Commercio equo e solidale), tant’è che in questo momento la sua quotazione è sui 140$ per 100libbre, mentre quella di Borsa è poco sotto ai 110$. L’Associazione Tatawelo ha deciso di mantenere la propria impostazione equosolidale nel rapporto “commerciale” con i produttori che prevede, specialmente in momenti “difficili” come questi, il mantenimento di un prezzo definito in base ai costi di produzione più che rispetto alle quotazioni della Borsa. Confermeremo quindi il prezzo  dell’importazione precedente, che era stato sui 210/220$. Questa scelta viene spiegata ai produttori, ricordando nel contempo che in caso di un eventuale rialzo anomalo del prezzo (solitamente di origine speculativa) la continuità del rapporto “commerciale” non seguirà la quotazione di mercato, così come non la si sta seguendo adesso.


L’Associazione Tatawelo sostiene la raccolta fondi a favore dei produttori del caffè El Bosque

L’impostazione di mantenimento del prezzo del caffè verde sopra descritta per i produttori della cooperativa Nuova Esperanza (il cui caffè compone la miscela del Tatawelo Café Excelente nella misura del 30%) metterebbe a disposizione qualche migliaio di euro in più, che con la raccolta fondi lanciata dalle cooperative legate al progetto della comunità di El Bosque, Shadhilly e Mondo Solidale, permetterebbe il reimpianto delle piante di caffè distrutte dalla infestazione della “Roya”.


Prezzi Vendita referenze Café Tatawelo

L’analisi dei costi (Prezzo Trasparente) per le varie referenze prefinanziabili, tra cui l’aumento di 1 punto percentuale dell’IVA, permette praticamente di mantenere inalterato li listino di vendita delle referenze del Café Tatawelo, tranne che per il “Café Chiapas arabica monorigine” e per il “Café Espresso”, che passeranno dagli attuali 3,85 a 3,95 euro (variazione del 2,6%). Questa modifica di prezzo ridistribuisce meglio i costi tra le varie referenze di caffè, che hanno specifiche di produzione a se stanti. Il mantenimento della maggioranza dei Prezzi Vendita, nonostante l’aumento dell’IVA, è stato possibile grazie alla disponibilità nel tenere bloccati i relativi costi da parte dei nostri fornitori, in particolare il prestatore del c/lavorazione e il fornitore dei sacchetti.


Cosa vuol dire partecipare al prefinanziamento

Aderire alla Campagna di Prefinanziamento significa sostenere i produttori durante i mesi della raccolta e permettere all’Associazione Tatawelo di inviare l’anticipo ai produttori nel momento della definizione della raccolta del caffè.

Il prefinanziamento è uno dei cardini del commercio equo solidale. Significa costruire una filiera trasparente che collega produttori del Sud e consumatori del Nord in una rete di solidarietà e significa rompere i classici meccanismi di indebitamento, di prestiti e interessi bancari, nel Sud e nel Nord del Mondo.

Attraverso il prefinanziamento del Cafè Tatawelo è possibile prenotare entro il 20 dicembre 2013 una certa quantità di caffè, acquistandolo ad uno sconto del 25%, mettendo così a disposizione dei produttori di caffè e dell’Associazione Tatawelo le risorse per sostenere il raccolto e sviluppare il progetto.

Il caffè, prenotato e pagato al momento dell’ordine, sarà consegnato ai prefinanzianti nell’estate 2014, dopo essere stato raccolto, lavato, asciugato, ammassato e selezionato dai produttori, spedito in Italia e qui macinato, tostato e impacchettato.

 

Referenze ordinabili attraverso il prefinanziamento

 E’ possibile prefinanziare le seguenti referenze di caffè:


Ø      Tatawelo Café Excelente (pacchetto giallo)

Prodotto dall’Associazione Tatawelo, unisce due arabiche provenienti rispettivamente dai Municipi Autonomi Zapatisti del Caracol 5 Roberto Barrios, in Chiapas (Messico) e dal Guatemala. Pregi e caratteristiche delle due varietà si uniscono armoniosamente, donando alla miscela “Excelente” gusto e aroma particolarmente equilibrati.
Il pacchetto, invece di essere sottovuoto, ha una valvola unidirezionale “intelligente” che consente il parziale sfogo dei gas naturalmente prodotti dal caffè, assicurandone la conservazione ottimale. Il caffè appena tostato e macinato viene confezionato nel sacchetto con valvola “salvaroma”, che impedisce all’aria di entrare e ossidare la miscela. Il pacchetto resta morbido, mentre il caffè prosegue così la maturazione nei propri aromi, salvaguardando la purezza originaria del gusto.


Oltre al “pacchetto giallo” è possibile ordinare le referenze della linea “Café Progetto Tatawelo”, prodotte dalla Cooperativa Libero Mondo in collaborazione con l’Associazione Tatawelo:Ø      Cialde (e cialde decaffeinate)

Le cialde vengono prodotte a partire dall’arabica del Messico (Ssit Lequil Lum) e dal Guatemala (El Bosque), e dalla robusta, proveniente dalla Tanzania (coltivata dalla coop. Kagera).

 Ø      Café espresso Caffè proveniente dal 100% arabica Chiapas,  appositamente macinato per la  macchina espresso.


 Ø      Café decaffeinato Proveniente dall’arabica messicana, viene decaffeinato con un metodo naturale: il processo di estrazione della caffeina avviene mediante l’utilizzo di vapore acqueo e acetato di etile, sostanza organica presente già in origine nel chicco di caffè. Il contenuto residuo di caffeina è inferiore allo 0,10%.


 Ø      Café miscela 

Miscela arabica-robusta che unisce il profumo dell’arabica messicana alla corposità della robusta africana (caffè prodotto dalla Coop Kagera in Tanzania), correttamente dosati per ottenere un gusto forte, pieno e armonioso.


 Ø      Café Chiapas arabica monorigine

Caffè monorigine coltivata nelle Comunità Zapatiste del Chiapas (Messico).  Il caffè del Chiapas è riconosciuto come una delle migliori arabiche al mondo. Il suo gusto delicato  mantiene la peculiarità aromatica dell’area di provenienza, con un equilibrio nei toni di acidità e dolcezza e un aroma fruttato e floreale.


 Ø      Grani (500 gr.)

Caffé miscela in grani 70% arabica, proveniente dal Messico, 30% robusta proveniente dalla Tanzania.


Come si partecipa al prefinanziamento

Per aderire al prefinanziamento:

Aprite il modulo di adesione al prefinanziamento 2014 (in formato libero .odt oppure MS .doc) che trovate QUI, compilatelo e rimandatelo firmato all’indirizzo: prefinanziamentotatawelo@gmail.com

N.B. : è importante che ci sia la vostra firma, poiché il modulo che sottoscrivete ha valore fiscale. L’emissione della fattura/ricevuta avviene al momento della consegna del caffè.


Per calcolare la quota di prefinanziamento potete utilizzare la tabella calcolo quota prefinanziamento (in formato libero .ods oppure MS .xls), già impostata per il calcolo preciso del totale dell’ordine, che trovate QUI.

QUI inoltre trovate anche un file PDF con la specifica di tutte le referenze ordinabili, con le modalità di prenotazione e quelle di pagamento.


Per il pagamento fate ATTENZIONE A VERSARE AL CODICE IBAN SOTTO INDICATO!!!

Il Bonifico Bancario è da intestare a:

ASSOCIAZIONE TATAWELO

BANCA POPOLARE ETICA SCARL – Filiale di Firenze

IBAN : IT 42 U 05018 02800 000000117306

Indicare come causale: PRF 2014 TATAWELO


Per chi NON può usare uno scanner:


– inviate il modulo (senza firma), allegandolo a una email, a: prefinanziamentotatawelo@gmail.com

– stampate il modulo, firmatelo e inviatelo via fax allo 0577 921404.


 

Novità dal Chiapas:

aggiornamento progetto Bodega (dal diario di viaggio di Walter e Dulce)

 LA NUOVA BODEGA

Durante la riunione con il nuovo direttivo della cooperativa SSIT LEQUIL LUM è emerso che la raccolta del caffè dai vari appezzamenti dei quasi 500 soci, sparsi su un territorio montagnoso, impervio quanto vasto, come le successive fasi di lavorazione/essiccazione e lo stoccaggio dopo la selezione, è un processo laborioso che implica numerose difficoltà nell’organizzazione logistica della gestione del caffè, lasciando notti insonni e piene d’ansia per tutti i cafetaleros coinvolti (compresi eventuali parenti ed amici), per la preoccupazione di preservare integro il caffè e dei sempre possibili furti.


Abbiamo visitato la “Bodega”, che sarà il nuovo centro di immagazzinamento e di lavorazione del caffè per il mercato locale e i cui lavori di ristrutturazione e ampliamento stiamo sostenendo come Associazione Tatawelo. E’ stato ristrutturato il tetto che presentava alcune infiltrazioni e terminata l’installazione elettrica con la posa di un cavo di corrente di 3 km, prese e lampade a basso consumo di grande luminosità. La “Bodega”, strategicamente ubicata nel centro della zona produttrice di caffè, renderebbe molto più agevole tutto il processo, garantendo un maggior beneficio ai nostri produttori.

Delle solide pedane di legno, costruite dagli artigiani locali, attendono l’arrivo dei primi sacchi di caffè: affinché questo possa avvenire si deve procedere all’ampliamento della strada di accesso (poche centinaia di metri) con mezzi meccanici. L’operazione è in programma in questo periodo, ritardata dal maltempo, ma i preventivi di costo ci sono e quanto prima il lavoro verrà eseguito.

Attraverso Enlace Civil, l’organismo zapatista deputato a seguire progettualmente la “Bodega”, direttamente con la Giunta del Buon Governo e il nuovo Tavolo Direttivo abbiamo suggerito l’impianto all’interno del capannone di una “semplice” selezionatrice di caffè e di un “piccolo” laboratorio di torrefazione, proporzionato alla reale capacità produttiva della cooperativa, con macchinari  direttamente costruiti da una officina artigianale locale (in grado di fornire anche l’assistenza e la formazione necessaria). Il tutto con l’obiettivo di portare avanti un progetto sostenibile, sia per una impostazione veramente utilitaristica alle reali necessità della cooperativa (evitando il rischio di “cattedrali nella selva”), che per il relativo contenimento dei costi di costruzione (in altri termini un ipotetico minor dilungamento dei tempi di realizzazione), come conseguentemente per una gestione concreta ed economica sostenibile ad attività avviata.

Crediamo inoltre che per Il contesto scolastico che circonda il luogo in cui è inserita la struttura della “Bodega” sia motivo di crescita non solo per i soci della cooperativa, ma per tutti gli alunni che potrebbero essere formati anche sulla lavorazione del caffè, proprio per la presenza di coltivazioni all’interno dei terreni adiacenti, già facenti parti di specifici corsi di agroecologia.

La cooperativa si ritrova da gestire in proprio una quantità significativa di caffè “desmanche”, cioè quella parte che viene scartata nella selezione del caffè che si invia in Europa. Attualmente solo un 30% della produzione di questo caffè di risulta viene immesso sul mercato locale attraverso la torrefazione in conto terzi, che si svolge a San Cristobal de Las Casas, luogo distante almeno 8 ore, comportando sottrazione di tempo alla coltivazione e minori guadagni per i soci. La valorizzazione del marchio di caffè torrefatto della cooperativa, grazie alle possibilità del mercato locale, è una priorità per il progetto che l’Associazione Tatawelo si è preposto. Trovarne la forma concreta, grazie alla “Bodega”, un cammino da percorrere con i nostri produttori.

Il video della visita alla “Bodega” lo puoi vedere qui: http://vimeo.com/76000589

 

 

 

Cooperativa Ssit Lequil Lumautocertificazione del caffè e le norme di produzione agroecologicaCOPERTINA LIBRETTO

L’anno scorso abbiamo presentato l’autocertificazione del caffè prodotto dalla cooperativa Ssit Lequil Lum, rilasciata dalle autorità zapatiste (Giunta del Buon Governo) che hanno riconosciuto trattarsi di un caffè organico e di alta qualità.I produttori chiapanechi non riconoscono l’efficacia dei sistemi di certificazione internazionale, che trovano eccessivamente cari e poco seri. Hanno scelto quindi, nell’ambito del loro percorso di autonomia, di dotarsi di un proprio Regolamento, che tutti i soci devono rispettare.

Una commissione di soci della cooperativa (cosiddetti tecnici locali e municipali), che ricevono una formazione costante dalla Ong messicana Desmi, si fanno carico della formazione degli altri soci e della verifica del loro lavoro. 

Dalla collaborazione tra la cooperativa Ssit Lequil Lum e il Desmi è stato prodotto il “Regolamento interno e le Norme per la coltivazione agroecologica del caffè”, che potete trovare nelle versione originale e in italiano nell’articolo sul nostro sito: VAI ALL’ARTICOLO


Nell’incontro con il Direttivo della cooperativa e i produttori della comunità di Jolja Tienotepa ci è stata consegnata la versione cartacea di questo regolamento, che durante la visita ai cafetales abbiamo visto applicare con estrema devozione.

Dalla controcopertina vi citiamo alcuni passi significativi, per comprendere l’importanza che i produttori riservano a queste norme:

“il regolamento è stato realizzato con il contributo di tutti e tutte sarà una guida, una strada; per avere cura e realizzare i diversi lavori nelle nostre coltivazioni di caffè”

“è la forma di conservare le risorse naturali che abbiamo: la terra, i semi, l’acqua, gli alberi le diverse piante gli animali che ci hanno alimentato per molti anni”

“i compratori solidali si aspettano anche un caffè organico, un caffè di qualità, libero da pesticidi e fertilizzanti chimici e che aiuti a conservare la natura”

” sappiamo che la nostra cooperativa è una espressione dello sforzo di tutti e che le nostre autorità ci aiuteranno ad avere cura di questa strada!”

 

Per maggiori informazioni sul prefinanziamento scrivi a: prefinanziamentotatawelo@gmail.com

Per navigare completamente il sito, accetta l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione vai alla Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close