Aggressione paramilitare a La Realidad

L’Associazione Tatawelo assieme all’Ass. Jambo ha voluto condividere la propria rabbia e indignazione con la Red Pro Zapa per quanto accaduto a La Realidad il giorno 2 maggio 2014: uno dei gesti più gravi che sia avvenuto da molti anni a questa parte, in quanto aggressione PREMEDITATA per mano di paramilitari, inviando un messaggio di solidarietà ai comp@s. Con digna rabia e ferma volontà di sostenere il cammino di resistenza dei comp@s, postiamo il testo della lettera tradotta in italiano. Per il lettore che eventualmente voglia sottoscrivere e manifestare la propria solidarietà, rimandiamo a questo sito: http://www.cedoz.org/site/content.php?doc=1131

 comunicato pag. 1Selezione_002

ALLE BASI D’APPOGGIO DELL’EZLN

ALLE FAMIGLIE DELLE VITTIME

AGLI ALUNNI E ALLE ALUNNE DELL’ ESCUELITA ZAPATISTA

AI COMPAGNI E ALLE COMPAGNE DELLA SESTA IN MESSICO E NEL MONDO

A TUTTO IL POPOLO ONESTO DEL MESSICO E DEL MONDO .

CON RABBIA E INDIGNAZIONE

Ci rendiamo conto che l’escalation di violenza contro i compagni e le compagne zapatisti sta notevolmente aumentando con la complicità dei tre livelli del malgoverno che, utilizzando i gruppi paramilitari , cercano di distruggere i progressi che ha raggiunto il progetto degli zapatisti e quello che rappresentano le comunità autonome .

Questa escalation di violenza contro il popolo zapatista ha strappato un’altra vita, una vita di lotta

Questa volta gli autori sono stati i paramilitari della CIOAC (Centrale Indipendente Operaia Agricola Contadina ), congiuntamente a membri del PVEM (Partito Verde Ecologista ) e soci del PAN (Partito Azione Nazionale).

RIPUDIAMO QUESTO ATTACCO DIRETTO, CHE E’ UNA AGGRESSIONE

e non un “scontro ” come i vari mezzi di disinformazione hanno divulgato.

Se fosse stato uno scontro, dicono i compagni, “un altro sarebbe stato il risultato “.

ONORIAMO LA MEMORIA E IL SACRIFICIO DI JOSE LUIS SOLIS LOPEZ

ucciso dal governo criminale per la sua lotta contro coloro che vogliono impedire la costruzione di un altro mondo .

” Non si parli di tristezza, pianto,o pena ,

quando la lotta è vita, la vita sarà eterna

offriamogli i nostri fiori , lui riposa non è morto

e tutti noi suoi fratelli raccogliamo ed alziamo la sua bandiera”

Oltre a lui , anche altri ,come ha dato a conoscere la Giunta di Buon Governo nel suo comunicato ,sono stati feriti da proiettili, machete , bastoni e pietre :

• ROMEO LOPEZ JIMENEZ ferito da spari alla gamba destra e sinistra con proiettile calibro 22.

• ANDULIO GOMEZ LOPEZ una pallottola calibro 22 gli ha ferito il torace .

• ABACUC JIMENEZ LOPEZ ferito da machete al braccio destro .

• YADIEL JIMENEZ LOPEZ ferito da machete al braccio destro .

• EFRAIN ferito alla testa con pietre

• GERARDO ferito alla bocca con pietre

• IGNACIO ferito con pietre alla mano destra e sopracciglio .

• ESAU ferito con pietre al sopracciglio.

• NOE ferito con pietre alla testa

• SAUL ferito con pietre al braccio destro

• DARINEL ANZIANO colpi al collo

• HECTOR ferito agli occhi dalle pietre

• MARIN denti e bocca rotti con pietre

• NACHO ferito alla mano e all’occhio con machete e pietre

• JAIRO colpi alla schiena

Sappiamo bene che tutti questi gruppi paramilitari sono sponsorizzati dai tre livelli del mal governo ,si sa anche molto bene che il massimo leader paramilitare è Manuel Velasco Collo e anche che il leader paramilitare supremo è il presidente della repubblica Peña Nieto, ma :

i paramilitari assassini e criminali che hanno impugnato le armi , ucciso , che hanno dato il colpo di grazia alla nuca del nostro compagno José Luis López Solís , restano ancora a La Realidad impuni e continueranno a provocare e eseguendo il piano del supremo paramilitare e del leader paramilitare al governo del Chiapas e di CIOAC .

DENUNCIAMO CON VOCE FORTE

I danni che sono stati provocati alle proprietà dell’ EZLN danneggiando il progetto di autonomia :

Hanno distrutto due aule e reti delle verdure dell’ orto della scuola

Hanno completamente distrutto la clinica autonoma ;

Hanno sequestrato un veicolo Nissan doppia cabina

Hanno danneggiato tre veicoli : un modello Ford Ranger 2000, un modello Chevrolet 1985 , e un camion di tre tonnellate modello 2002 e altri danni nell’ attacco .Per tutto ciò chiedono la riparazione immediata.

ESIGIAMO

Che venga ripristinata con urgenza l’ACQUA POTABILE che è stata tagliata dagli aggressori , privando di questo servizio fondamentale le basi di appoggio dell ‘EZLN del Caracol della Realidad .

Nei nostri cuori sentiamo questi attacchi come diretti a ciascuno di noi che per anni abbiamo

condiviso , appoggiato, fatto nostra la lotta , la vita , la resistenza de popolo zapatista e che continueremo, ora più che mai, ad essere loro vicini.

Da questo angolo d’Europa dichiariamo il nostro rifiuto alle aggressioni contro le comunità zapatiste , esprimiamo la nostra solidarietà e sostegno alle Basi di Appoggio Zapatiste

GLI ZAPATISTI* NON SONO E NON SARANNO MAI SOLI !

CHI TOCCA UNO , TOCCA TUTTI NOI !

CASTIGO AI RESPONSABILI, GIUSTIZIA ADESSO!

SOTTOSCRIVONO:

ASSOCIAZIONE TATAWELO ITALIA

ASSOCIAZIONE JAMBO – COMMERCIO EQUO – FIDENZA- ITALIA

CIAC ( CENTRO IMMIGRAZIONE , ASILO , COOPERAZIONE INTERNAZIONALE ) PARMA-ITALIA

ASSOCIACIÓ SOLIDARIA CAFÈ REBELDÍA – INFOESPAI BARCELLONA SPAGNA

KAFFEEKOLLEKTIV AROMA ZAPATISTA AMBURGO GERMANIA

CAFE’ CARACOL FINLANDIA

ZAPATISTGRUPPA I BERGEN – CAFÉ YABASTA NORVEGIA

CAFÉ REBELDIA SVIZZERA

ÉCHANGES SOLIDAIRES PARIGI FRANCIA

Per navigare completamente il sito, accetta l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione vai alla Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close